Google Passage Indexing: se ne riparla nel 2021

Google Passage Indexing

Ci si aspettava che lo switch ci sarebbe stato nel 2020, ma non sarà così. Danny Sullivan di Google ha confermato che Big G non ha ancora implementato il Google passage indexing. E questo malgrado gli annunci riferiti al fatto che Google avrebbe implementato questa nuova funzionalità entro la fine dell’anno 2020.
Di cosa si parla quando si menziona il Google passage indexing? Il riferimento è a quelle ricerche che possono generare come risultati porzioni di testo particolarmente significativi che abbiano un contenuto di particolare valore informativo per l’utente.
Secondo quanto riferisce lo stesso Google, “Ricerche molto specifiche possono essere le più difficili da ottenere poiché a volte la singola frase che risponde alla tua domanda potrebbe essere sepolta in profondità in una pagina web. Di recente abbiamo fatto un passo avanti nel ranking e ora siamo in grado non solo di indicizzare le pagine web, ma anche di singoli passaggi delle pagine. Comprendendo meglio la pertinenza di passaggi specifici, non solo la pagina complessiva, possiamo trovare le informazioni ago in un pagliaio che stai cercando”.

Google Passage Indexing, cosa vuol dire?

La scansione da perte dello spider prevede che una pagina venga indicizzata se è stata visitata dal crawler di Google (Googlebot), analizzata per contenuto e significato e memorizzata nell’indice di Big G. Le pagine indicizzate possono essere visualizzate nei risultati di ricerca di Google se seguono le linee guida.
Dopo che una pagina viene ‘scoperta’, Google tenta di capire di cosa tratta: questo processo è chiamato indicizzazione. Lo spider analizza il contenuto della pagina, cataloga immagini e file video incorporati nella pagina e cerca di comprenderne il significato. Con la parola ‘passage’ si intende una porzione del contenuto principale di una pagina web: ebbene Google con il passage indexing potrà iniziare a classificare le pagine per una query in base a un passaggio specifico all’interno della pagina stessa.

Cosa cambia con il Google Passage Indexing

Il che sarà di grande utilità per rispondere alle cosiddette query specifiche. Lo stesso Google ha affermato che l’indicizzazione basata sui “passaggi” influenzerà il 7% delle query di ricerca in tutte le lingue una volta implementata a livello globale. A livello editoriale potrebbero esserci novità all’orizzonte, con i cosiddetti long form più premiati rispetto ad altri contenuti: di cosa si tratta? Alla lettera, formato lungo, ovvero un approfondimento, focus da linguaggio giornalistico. All’interno di un articolo impostato in questo modo ci saranno molte più probabilità di trovare passaggi da evidenziare in serp e che rispondano all’intento di ricerca.

SitoFacile
Informazioni su SitoFacile 42 Articoli
Sito Facile è un magazine online di Web Marketing, un blog all'interno del quale vengono inseriti articoli, guide, consigli inerenti a materie quali Web Marketing, Seo, Seo Copywriting, Realizzazione Siti, Grafica Web e Video Editing.

Lascia un commmento