Quanto costa un sito internet? Le diverse tipologie di portali

costi sito internet

Oggi come oggi avere una vetrina online per la propria attività è la migliore pubblicità che ci si possa fare. Siamo nell’epoca della diffusione capillare e spesso eccessiva di tutto ciò che è multimediale; essere presenti sul web è il primo passo per raggiungere un pubblico ampio e targettizzato.
La domanda che, ovviamente, ci si pone in questi casi è riferita al prezzo da pagare per avere un proprio sito online. I parametri che possono far cambiare il prezzo di un sito internet sono di svariata natura; cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Tipologie di siti internet e relativi costi

Prima di tutto deve essere ben chiaro che avere un sito internet non vuol dire essere presenti su Facebook o su altri social network: quelli sono spazi social che aumentano la visibilità relativamente a tali contesti. Ma non vuol dire essere presenti in rete con un proprio sito e autocompiacersi per aver raggiunto 10.000 like su Instagram o su Facebook può non servire a nulla.
Avere un portale personale è un’altra cosa: prima di rivolgersi ad un’azienda che realizza siti, sarebbe opportuno cercare di capire in quale macro area rientrare. Solo dopo aver compreso la macro area entro la quale ci si vuole andare a posizionare, si può partire con iniziare tutte le analisi del caso.

I siti vetrina con CMS facili da gestire

Le tipologie di siti, intese qui come macro aree di appartenenza, sono sostanzialmente due: siti vetrina e siti e-commerce. Dove i primi si riferiscono a progetti più circoscritti e i secondi a veri e propri negozi online.
Realizzare un sito vetrina totalmente dinamico, quindi con l’inserimento standard di video, foto e contenuti editabili, ha oggi un costo accessibile a tutti. I CMS (Content Management System) che primeggiano per la realizzazione di queste realtà sono Joomla e WordPress, due community open source che hanno messo a disposizione gratuitamente la propria tecnologia per rendere accessibile a chiunque la realizzazione di un sito.
Ovviamente, ci permettiamo di aggiungere, “accessibile” a tutti coloro i quali abbiamo un minimo di dimestichezza informatica con il codice. Perché il prodotto può essere scaricato e installato gratuitamente (a meno di particolari esigenze legate a template articolati o plugin specifici); ma poi va comunque lavorato.

Realizzazione siti e-commerce

Nel caso in cui si abbiano necessità differenti e si volesse fare business online, si va a parlare di altri prodotti e, ovviamente, di altri costi. Anche per questa evenienza ci sono varie ipotesi da vagliare e, soprattutto, la possibilità di utilizzare piattaforme in parte preconfezionate e facilitate.
Per la realizzazione di e-commerce è possibile rivolgersi a Prestashop e Magento, le soluzioni migliori tra quelle presenti sul mercato in quanto totalmente gratuite; anche qui vale il discorso fatto per i siti vetrina, ovvero la necessità comunque di avere un minimo di competenza informatica per poterli configurare al meglio e gestire.
Si noti che per realizzare un e-commerce si possono anche utilizzare i CMS WordPress e Joomla integrati con appositi plug-in; ma queste estensioni hanno costi vivi che sarebbero da aggiungere a quelli da sostenere di base per la realizzazione del sito. Nei due casi sopra citati il cliente si ritrova a fronteggiare spese moderatamente accettabili.

Fattori che possono far salire il prezzo di un sito

Nell’ipotesi invece in cui si abbia un grande bisogno di personalizzazioni, le figure che entrano in gioco per lo sviluppo del sito aumentano e, con esse, anche le spese da sostenere.
Questo ci porta ad un altro assunto da tenere a mente quando si parla di costi di un sito: non è tanto il numero di pagine che fa variare il prezzo di un portale, bensì l’impiego di risorse professionali utilizzate per lo sviluppo dello stesso.
Tornando a parlare specificamente di e-commerce, un altro aspetto che potrebbe far aumentare di molto il costo del sito è lo sviluppo di un e-commerce con gestione centralizzata dell’inventario così da tenere aggiornate sempre la merce in giacenza e controllare le vendite.
Di base a fare realmente la differenza è la dimensione della azienda: in linea generale al giorno d’oggi di soluzioni per creare siti internet a basso costo ce ne sono diverse. Tanto per siti vetrina e personali quanto per portali grossi ed e-commerce.

 

Lascia un commmento